il Profeta

"I testi sumeri, in cui il protagonista del Diluvio viene chiamato Ziusudra, lasciano invece intendere che era un semidio, figlio di Enki.
Marduk [...] si lamenta con sua madre che, mentre ai suoi compagni erano state assegnate delle mogli, a lui non ne era stata assegnata alcuna: <<Non ho moglie, non ho figli>>. E proseguì narrandole di essersi invaghito della figlia di un <<sommo sacerdote, un esperto musicista>> (vi è motivo di credere che l'uomo fosse Enmenduranki, il prescelto citato nei testi sumeri, l'omologo di Enoch nella Bibbia). Una volta verificato che la fanciulla terrestre -il suo nome era Tsarpanit- era favorevole, i genitori di Marduk dettero il proprio consenso.
Da questo matrimonio
nacque un figlio, EN.SAG, "Signore supremo". Ma a differenza di Adapa, che era un semi-dio della Terra, il figlio di Marduk venne inserito nella Lista degli Dèi sumera, dove venne chiamato anche "il MESH divino, un suffisso per indicare un semidio (come nel caso di Gilga.MESH). EN.SAG, dunque, fu il primo semidio ad assurgere allo stato di dio. In seguito, quando fu alla guida delle masse di umani in nome e per conto di suo padre, gli venne dato il nome di Nabu, il Portavoce, il Profeta -perché questo è esattamente ciò che significa la parola, proprio come la parola ebraica usata nella Bibbia -Nabhi- tradotta, appunto, come "profeta"."

Zecharia Sitchin - Il giorno degli Dei - il libro definitivo delle cronache terrestri - Edizioni Piemme - prima edizione 2009
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...